SeduciUnaRagazza | Come avere una trombamica (Fuckbuddy). La linea guida.
15
post-template-default,single,single-post,postid-15,single-format-standard,op-plugin,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-3.10,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Blog

Come avere una trombamica (Fuckbuddy). La linea guida.

  |   LEGGI I MIEI ARTICOLI SULLA SEDUZIONE   |   No comment

Premessa:

 

(Fuckbuddy è un termine inglese che ha come significato “trombamica“.)

 

A volte, in questo articolo in cui spiego come avere una trombamica, userò il plurale, per due semplici motivi. Il primo è che questa è una situazione che mi riguarda da vicino. Il secondo è ancora più semplice: se riusciamo a gestire una trombamica, possiamo gestirne anche più di una. In questo momento sto vivendo due storie parallele.

 

1) La mentalità:

 

Se una sera uscite con il pensiero di trovare una trombamica, non la troverete mai. Se chiedete a qualcuno dove trovarla e come comportarsi, non avrete nessuna risposta.
E’ sicuramente vero che le occasione vanno create, ma delle volte le cose hanno un loro corso. Neanche il Seduttore fa eccezione. Si rischia solo di fare un buco nell’acqua.

La cosa giusta da fare è quella di vivere nella mentalità dell’abbondanza. Solo così potremo avere la serenità e la tranquillità ideale per porci con una donna, o più donne.
Questo modo di pensare non è dato solo dal fatto che avete già le vostre “ragazze“, ma soprattutto è dato dalle vostre passioni, interessi, hobby e circolo sociale (cioè le amicizie).
Ogni cosa che vi fa stare bene (sereno, tranquillo, sicuro, zero ansia), che riguardi o non riguardi una donna, è abbondanza. Questa mentalità ha vantaggi su tutto.

 

2) Chi è la Fuckbuddy?

 

Dipende dall’età. In questo articolo mi concentro sulla fascia 25-30 anni.

La trombamica è una donna, con le sue paure e insicurezze come tutte e tutti. Spesso, le trombamiche di questa fascia di età sono tutte estremamente indipendenti, sia in ambito famigliare che in ambito lavorativo.

 

Inizialmente, possono passare come sicure e forti. Sono quelle donne che si lamentano di mettere in soggezione i maschietti, per via delle loro vite indipendenti. Se ci pensiamo, tutto torna. Altrimenti, a fatica accetterebbero relazioni di questo genere. Soprattutto con un tipo come me.

 

(Ovviamente la donna “pazza”, quella che si attacca come una cozza, a fatica porterà avanti un rapporto di trombamicizia, perché è abituata a dare un’etichetta ad ogni cosa, e difficilmente vive i rapporti con serenità.)

 

In fondo, anche loro cercano un partner con cui condividere un momento, una serata o del semplice sesso. Ecco perché delle volte vorrebbero negare il loro essere “indipendente” per far avvicinare il sesso maschile.
Essendo donne dal carattere molto forte, fanno fatica a trovare il maschio ideale, colui che le tiene testa.

 

(Da questo pensiero possiamo imparare una grande lezione: lei può essere bellissima, può avere una grande posizione sociale, ma resta pur sempre una donna. Un essere umano con le sue paure e difetti. Quindi non c’è da spaventarsi, bisogna solo trattarle come donne.
Se volete approfondire il concetto, leggete questi due articoli:
 Articolo1Articolo2
)

 

Quando si vive un rapporto di questo tipo, dove la donna cerca qualcosa “di più” rispetto a del semplice sesso (cioè il “fidanzamento“),  la chiave sta nell’emozionarla e stimolarla. Questi sono due stati d’animo che per una donna sono fondamentali. Essi rispondono al suo grande quesito: 

 

 

“Ma io, con questo… che ci sto a fare??”

 

 

Anche perché, non accetteranno di avere una relazione di questo “tipo” con chiunque. Tutti posso avere una trombamica? Assolutamente no. Se non abbiamo una mentalità come descritta poco sopra, se non riusciamo a rendere il tutto una sfida e un mistero, allora scordiamocelo.

 

Faccio un piccolo appunto: si può parlare di trombamicizia dopo anni. Se vi portate a letto una ragazza da qualche settimana, questa è solo una semplice frequentazione!

 

3) Come vive tutto ciò una donna:

 

Inizialmente, in un lasso di tempo medio/lungo, per la donna sembra quasi un sogno. La sua parte emotiva non si è mai sentita più viva. Se siete stati bravi a mischiare bene mistero e sfida, gli avrete regalato una valanga di emozioni.

Voi ora siete percepiti come il premio, come il ragazzo sicuro, come una sfida intellettuale. La donna non chiede altro.

 

Tuttavia, quest’essere meraviglioso ha quel cavolo di difetto che si chiama “controllare l’uomo“.

 

(dopo tanto tempo, sono arrivato alla conclusione che non lo facciano con intenzione, ma piuttosto che sia una cosa innata in loro, come un tratto della loro personalità. Sono proprio fatte così.)

 

E’ la causa (spesso) del perché la storia finisce. La voglia di esclusività sull’uomo la porterà altrove.
Se pur inizialmete, da parte della ragazza, c’era eccitazione fisica e mentale data dalla sfida, il suo non riuscire a controllarvi (cioè, a farsi scegliere come vostra “unica” ragazza) la porterà ad allontanarsi alla ricerca di un uomo più “tranquillo”.

 

Noterete che useranno il sesso (loro arma primaria) per farvi inzerbinare e manipolare le vostre scelte, così che voi possiate scegliere solo lei.

 

“Occhio” : )

 

 4) Tenere una trombamica:

 

Prima ci siamo concentrati su come avere una trombamica.
Come detto inizialmente, la sfida è quell’elemento che può far durare la vostra storia. Ma c’è di più:

 come avere una trombamica

– Non promettete MAI quello che non potete mantenere.

 

– Non dite di fare una cosa, se poi non la fate.

 

– Se fate il postino, non siete astronauti. Se avete occultato qualcosa, beh, e ora di tornare indietro!

 

– Non apparite per quello che non siete. La vostra storia può morire prima di iniziare, o peggio la vostra reputazione può essere in serio rischio.

 

– Lasciatela sempre nel dubbio. Se volete dargli il biscottino non so… martedì… fatelo.

 

– Dovete farle intendere che avete altre donne. NON DIRLO.

 

– Lei deve sapere fin dall’inizio il vostro stile di vita. Qui lascio a voi, se va la sentite. Altrimenti nascondete pure le vostre relazioni. Tenete conto che entrambe le scelte hanno i loro pro e contro.

 

– Trattatela come una donna. Ribadisco, è una donna: Rispetto, Amore, Sesso.

 

– Datele non semplicemente il sesso, ma dell’ottimo sesso. Su Focus, una ricerca diceva che il 68% delle donne torna dall’ex partner per il buon sesso (articolo vecchio di un’anno).

 

– Datele un nome. Questo è fondamentale, sarà il vostro segreto. Va bene ogni nomignolo. Sicuramente lei all’inizio non piacerà, ma dopo sarà lei a pregarvi di chiamarla con quel nome.

 

– Non siate prevedibili: fare le stesse cose negli stessi tempi è NOIA.

 

– Cercate di avere il controllo, ma non fate i dittatori.

 

– Coerenza.

 

– Essere visto bene (come un leader) dal suo circolo sociale è disarmante per lei. In termini positivi.

 

 

5) Accusare i colpi:

 

Tutto questo finirà. E’ possibile che, a distanza di poche ore o di pochi giorni, la donna cambierà notevolmente.

 

Ormai ha capito i vostri piani. Eravate per lei una sfida, ora siete un’utopia. E’ consapevole che non vi cambierà mai, sa perfettamente che non sarete mai suo.

 

Una volta che la donna inizia a razionalizzare tutti questi concetti, i suoi comportamenti cambieranno con la stessa facilità che usa per chiudere storie di anni (anche se erano mesi che lo pensava).
Lo sbaglio più comune è quello di fermarsi, riposare, e smettere di avanzare con il percorso di miglioramento personale. Una soluzione sarebbe sceglierne una, ma non posso aiutarvi in questo. Io non ho scelto, il desiderio di conoscere la prossima avventura è troppo forte.

Ora sapete come avere una trombamica. Buona fortuna.

 

Conoscici dal vivo!

Entra a far parte del nostro Gruppo Facebook con più di 500 membri.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi