SeduciUnaRagazza | Alla continua ricerca dei “finti” perché. Come non accontentarsi di una vita mediocre.
18
post-template-default,single,single-post,postid-18,single-format-standard,op-plugin,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-3.10,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Blog

Alla continua ricerca dei “finti” perché. Come non accontentarsi di una vita mediocre.

  |   Uncategorized   |   No comment

Buongiorno,

 

Spesso le persone, soprattutto le donne, ricercano una motivazione, o una giustificazione, nelle loro azioni e nei loro rapporti. (non entro nel merito della giustificazione, sappiamo tutti quanto sia importante per una donna, ma questo è un altro discorso).

 

Alcune persone si ostinano a dare una motivazione e un’etichetta a tutto ciò che fanno. Ricercano i motivi, i perché per un determinato comportamento.

 

Vi chiedo… questa ricerca quanto amaro in bocca vi ha lasciato? Secondo me, tanto…

 

L’aspetto più negativo di questo modo di pensare è quello che non vi da possibilità di vivere le vostre esperienze al 100%, fino in fondo!
In questo modo, le persone non hanno altra scelta se non quella di accontentarsi di una vita mediocre.

Una persona sicura, una persona che pensa a se stessa ed alla sua vita, non cercherà mai i “perché” dei propri rapporti. Non cercherà una motivazione, anzi, è quella persona capace di VIVERE i rapporti, le esperienze e le emozioni fino in fondo. Che sia per un’ora, un giorno, un mese o un anno poco importa.

Perché la cosa fondamentale non è la motivazione, ma come vivere AL MASSIMO. E, per farlo, questo modo di pensare deve sparire.

 

Quante volte siete state/stati sul divano a pensarlo/pensarla? Interrogandovi sulle solite questioni:

 

Perché non chiama?

Ha forse un’altra?

Mi dice bugie?

Mi ama?

 

Non volete morirci sul divano, vero? Ecco, allora alzatevi e chiedetevi: il mio valore? La mia autostima?

 

E’ mai possibile che devo ricevere determinate azioni da determinate persone per stare bene o male?

 

E’ inutile dirvi quanto sia sbagliato.

 

Vogliamo parlare del mondo lavorativo? Ormai, è una cosa che sento quasi tutti i giorni:

 

Accidenti, ho proprio un capo stronzo.

Accidenti, il mio capo mi carica di lavoro…

Accidenti, quello stronzo del mio capo mi rovina sempre le giornate…

 

Scusatemi, ma quanta importanza date al vostro capo?

 

 

E’ possibile che sia così importate da rovinarvi le giornate? SBAGLIATO!! Continuate a togliervi valore e darlo al vostro capo.

 

Il ragionamento e la mentalità giusta sono questi:

 

Il mio capo è stronzo? Bene, sarò così produttivo che non lo sarà più.

Mi rovina le giornate? No no, io sono artefice delle mie giornate e soprattutto della mia felicità!!

 

(a patto che il vostro capo non sia davvero stronzo DENTRO)

 

Vi svelo un piccolo segreto:

 

Dietro alla nostra compostezza, dietro alla nostra finta educazione, SIAMO ASSOLUTAMENTE SENZA CONTROLLO.

 

E’ il Piacere, è l’Istinto, è la Passione che ci guidano.

 

Chi non è capace di ammetterlo è destinato a vivere una vita mediocre.

 

Conoscici dal vivo!

Entra a far parte del nostro gruppo Facebook con più di 500 membri.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi