SeduciUnaRagazza | Esperienze seduttive durante il Corso di Seduzione.
60
post-template-default,single,single-post,postid-60,single-format-standard,op-plugin,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-3.10,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Blog

Esperienze seduttive durante il Corso di Seduzione.

  |   LEGGI I MIEI ARTICOLI SULLA SEDUZIONE, Report sul campo   |   No comment

1° Report: Ermes

 

 

 

Eravamo in un locale io e Luigi, un ragazzo che ha frequentato il nostro corso di seduzione. Come sempre quando ho altri problemi in testa, divento iper sensibile e micidiale quando approccio. E quella sera mi scoppiava la testa dai problemi.

 


Mentre stiamo aspettando da bere, noto alla mia sinistra due ragazze. Una carina, ma l’altra di più e con due cosce che sembravano tornite nel marmo, inguainate in un bel vestitino. Due ore di palestra al giorno, come minimo.
Assaggio il drink e inizio a parlare a loro. Erano a un metro e mezzo di distanza, io ero appoggiato con i gomiti al bancone. Luigi se ne va ad approcciare altre due.

 


Un po’ difficili sul momento, ma dopo le provocazioni di routine, inizio a notare il loro interesse. E lo noto dal fatto che si spostano verso di me, mi si mettono davanti e io rimango sempre appoggiato al bancone.
Porto la conversazione verso argomenti più interessanti e loro, di spontanea iniziativa, iniziano a parlarmi di cosa le attrae in un ragazzo.
Io me ne sto zitto.

 

E sto zitto anche quando smettono di parlare.

 

Perché volevo che mi facessero LA DOMANDA.

 


“E tu cosa cerchi in una donna?”

 


Ovviamente erano attratte. Perché mi hanno fatto una domanda. E come seconda cosa quella domanda.
Uno sguardo veloce ai loro occhi mi hanno fatto capire che erano ragazze abbastanza disilluse. Le persone disilluse presentano un vuoto negli occhi e, anche se molte riescono a nasconderlo in maniera eccelsa con tutte le varie sovrastrutture, per quanto piccolo, il vuoto rimane lo stesso. E a un seduttore non devono scappare questi indizi. Ti permettono di capire come iniziare ad operare.

 


E inizio a parlare. Le dico una mia classica Routine, una delle poche che ho, che so che funziona alla grande. Parlo ininterrottamente per 10 minuti, osservando sempre i loro occhi per vedere quale reazione scatenavano le mie parole in loro. Ed erano quelle che mi aspettavo. Mi rivolgevo soprattutto a quella meno carina.

 


Finisco di parlare e mi guardano. Mi guardano e non dicono niente per 30 secondi. La più bella si presenta.
E io, poco dopo prendo una scusa per andarmene lasciandole a chiedersi da che pianeta strano venissi o se ero davvero umano.
Me ne giro un po’ per il locale per trovare Luigi. E lo vedo con due tipe, molto recettive.

 


Entro nell’altra sala e me le ritrovo ancora davanti. Mi fermano ancora. Mi chiedono cosa faccio. Gli dico che sono un ingegnere e che insegno a rimorchiare. Sgranano gli occhi. E iniziano a chiedermi consigli.

 


Qua, un seduttore nella norma, vedrebbe queste domande come un’aggressione e un chiaro segno di non interesse. Io lo intendo in maniera diametralmente opposta. Una cosa che ho notato spesso è che le tipe mi vedono come una guida. Mi chiedono consigli perché vogliono davvero seguirli. Mi chiedono conferme. E va da se che il passo per scoparle è molto, molto breve.

 


“Ma allora sei come Hitch? Chissà quante donne avrai avuto …”

 


“Se ti piace pensarlo …”

 


Usavo risposte sullo stesso schema. Non mi interessava di qualificarmi in nessun modo.

 

 

 

Uno normale si sarebbe pompato e avrebbe risposto con : “io sono meglio …” oppure “no ma che dici, io sono timido…”

 


Io sto operando in maniera diversa. Le faccio pensare di avere il totale libero arbitrio su quello che deve pensare di me.
Ovviamente, risposte così, aumentano in maniera esponenziale l’attrazione, molto più di qualsiasi altra risposta.
La più carina inizia una kino pesante. Mi continua a toccare le mani. A un certo punto, mi prende la mano e me la stringe. Mi spiega che sa come leggere una mano, me la legge. Classica lettura a freddo. Vabbè, è fatta.

 


Mi chiede il numero di telefono, così posso insegnarle qualche trucco. Prende la palla al balzo anche l’altra e tirano entrambe fuori il telefono.
Le dico che sono sentimentalmente a posto.

 


E allora non demordono e mi chiedono se ho un fratello, almeno.
Mi metto a ridere e le dico di uscire nel giardino.

 


Usciamo, fumiamo una sigaretta. Arriva Luigi e l’atmosfera si fa più rilassata. Ridiamo e scherziamo del più e del meno. Mi chiedono quando verrò di nuovo nel locale.

 


“Forse domenica prossima, ma non ne sono sicuro …”

 


Mi dicono che ci rivedremo comunque, perché loro ci vengono spesso.
Sono sicuro che mi ricorderanno per molto, molto tempo.

 

 

 

 

 

 

 

2° report: Luigi

 

 

E’ sabato sera, mi ritrovo in un parcheggio ad aspettare Ermes (essendoci accordati di pomeriggio), da bravo seduttore arriva giusto quei 2 minuti in ritardo per farsi desiderare. 🙂

Tutti incamiciati, bei pettinati e profumati, dirigiamo il nostro mezzo verso Brescia centro.

 

Dopo aver parlato, molto volentieri, di dinamiche sociali riguardanti le donne (tanto per cambiare)…  Boccheggiamo qualche tiro di sigaretta e sorseggiamo delicatamente e appassionatamente il nostro drink, fuori da un bar.

 

Fatto sta che noto, inconsciamente, che iniziamo a guardarci attorno (non in maniera bisognosa), per perlustrare il terreno.

 

Tanti set di soli uomini o misti… notiamo l’unico set di sole donne (ne basta anche uno) a 10 metri di distanza da noi. Partiamo senza dire nulla! Ermes è davanti a me, faccio un breve scatto perchè voglio essere io ad aprire; ma Ermes, con uno scatto felino, si riporta in pole ed approccia queste 2 donne.

Curiamo da subito il body language, ma altrettanto subito noto che sono due ragazze recettive!

 

Penso che più o meno tutti, come me, abbiano la capacità di intuire, durante i primi 10 o 15 secondi di interazione, se il set avrà un esito positivo o meno.

 

Consciamente curo ogni singolo dettaglio del sarge (bl, kino calibrata, tono della voce…), perchè voglio offrire all’interlocutore la migliore immagine di me, ovviamente essendo sempre me stesso. Capisco veramente che si impara molto di più parlando con una donna, piuttosto che leggendo un manuale di seduzione (che novità).

 

Noto che il set di Ermes va bene, anzi molto bene, anzi a gonfie vele! La ragazza che stava sargiando gli faceva una kino mostruosa. All inizio lo sfiorava, poi lo toccava, poi lo abbracciava e gli dava i baci sulla guancia… infine gli chiede il contatto Facebook… E non contenta ancora gli chiede il numero di cellulare, facendogli poi uno squillo.

 

Ermes… echeccazzo!

 

Voglio essere sincero… dentro di me provavo una certa invidia (buona e non di cattiveria) nei suoi confronti.

 

Dopo circa un’ora, usciamo dal set, le ragazze ci salutano molto calorosamente e affettuosamente.

 

Durante il viaggio di ritorno Ermes mi farà notare ogni singolo errore che ho commesso. “Si incazza” giustamente, ma lo fà per il tuo bene, perchè se vede che una persona vuole VERAMENTE MIGLIORARSI in questo stile di vita, da anima e cuore dando i giusti consigli.

 

Ho fatto qualche errore di calibrazione e un grosso, anzi immenso, errore di incongruenza. Sembra quasi che se durante un approccio non commetti un errore che hai commesso durante un passato approccio, ne riaffiorano altri che non hai commesso in passato…

 

Capita, siamo esseri umani e non robot. Per chi come me, dopo che ho fatto il corso di seduzione, SARGIA e si METTE IN GIOCO, capirà queste difficoltà del percorso di crescita.

Chiudete gli occhi per un minuto e pensate a come eravate magari un paio di anni fa… ora apriteli… ridete pure di come vi eravate comportati in quella determinata situazione. E sopratutto quante pippe (inutili) vi eravate fatti.

 

Avendo voi trascorso cinque minuti leggendo il mio field report, sono sicuro che ho “speso” mezz’ora del mio tempo non inutilmente, ma avrete intuito e compreso molte dinamiche delle donne e anche di voi stessi, e condiviso con me qualche emozione.

 

 

 

Conoscici dal vivo!

Entra a far parte del nostro gruppo facebook con più di 500 membri.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi