SeduciUnaRagazza | Tratta la donna per quello che è non per quello che immagini
98
post-template-default,single,single-post,postid-98,single-format-standard,op-plugin,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-3.10,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Blog

Tratta la donna per quello che è non per quello che immagini

  |   LEGGI I MIEI ARTICOLI SULLA SEDUZIONE   |   No comment

Penso che tutti noi o quasi siamo stati dei chierichetti. Io lo sono stato e ne vado fiero, “comandavo” la banda…

Ricordo che spesso ho pensato di fare le scarpe ai cestini dell’elemosina, era una visione quasi divina… quel cesto pieno di soldi mmm. Tuttavia non l’ho mai fatto, questo è uno dei tanti ricordi che mi tieni legato a quel periodo, ne ricordo un altro:

 

Eravamo a “lezione” se non sbaglio il tema del giorno era Ponzio Pilato… di fronte avevo Martina, avevamo solo undici anni e pure lei aveva già le tette! Delle volte le guardavo e non capivo cos’erano… intanto il prete pazientemente andava avanti con la lezione.

Ci parlava di Vergini, Gravidanze inspiegabili, Uomini che dividevano le acque, Donne sante pure e caste quasi fatiscenti… che mi spingevano a chiedermi:

 

<<Allora cos’è una donna? Un essere mitologico?>>

 

Tuttavia non era poi questo a sconvolgermi tanto quanto il fatto che Martina avesse già due grosse tette!

 

Mi chiedevo <<Perché?>>

Una domanda che per molto tempo non ebbe risposta…

 

Ricordo che a 14 anni ero costantemente fuorviato da strani messaggi…

Iniziai a sentir parlare di rose, romanticismo, il principe azzurro. Sai… le donne vogliono l’uomo galante, quello dolce che le tratti da principesse. Vogliono che ti presenti con una rosa, esigono che le porti a mangiare il gelato e paghi per loro…

 

Non vi nascondo che ero confuso, io sinceramente mi sarei accontentato di poco… volevo semplicemente sapere cos’era una donna e perché Martina ad undici anni aveva già le tette…?! Prima che mi venisse stilato il “manuale” del cosa fare con le ragazze.

 

Un giorno parlai con uno più grande, 17 anni, mi raccontò una sua uscita con una ragazza, descrivendo anche i particolari:

 

<<L’ho presa e baciata subito… poi con la mano destra gli ho toccato il sedere, sentivo pure lei che mi toccava il petto… Allora io gli ho toccato e leccato le tette.>>

 

Io rimasi scioccato… lui non le portava a prendere il gelato… lui toccava le tette… altro che gelato.

Capì in seguito che il gelato piaceva molto a lei.

 

E’ grazie a questo ragazzo che iniziai a mettere in dubbio tutti i dettami e gli insegnamenti che avevo ricevuto in fatto di donne.

Al diavolo le cene o i gelati costosi, al diavolo i fiori e il perbenismo, finalmente aprì gli occhi ed abbracciai la giusta mentalità, capendo:

 

Le donne NON sono sante.

Le donne AMANO il sesso. Di più di quanto un uomo possa immaginare.

Le donne VIVONO per il sesso.

Le donne scoreggiano, ruttano e puzzano proprio come noi!

Le donne sono degli esseri umani. Non hanno nessun potere paranormale.

Le donne sono formate principalmente da: Dubbi, paure e insicurezze.

Le donne VOGLIONO essere approcciate.

 

Non serve andare a cena e spendere cifre esose per andare a letto con una donna.

Non dovete pagare per lei.

Non dovete per forza essere gentili.

Non dovete beatificarla.

Non dovete idealizzarla.

 

La prossima volta che vedete Lei, quella bella ricordate che:

E’ un essere umano come voi! Puzza come voi, Rutta come voi e Scorreggia come voi.

 

Unisciti alla nostra community

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi