SeduciUnaRagazza | Sedurre la donna di un altro
8819
post-template-default,single,single-post,postid-8819,single-format-standard,op-plugin,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-3.10,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Blog

Sedurre la donna di un altro

  |   LEGGI I MIEI ARTICOLI SULLA SEDUZIONE, Report sul campo   |   No comment

Oggi ti voglio raccontare di come mi sono arrabbiato con un ragazzo che sta facendo il Corso di Seduzione a Risultato Garantito.

 

L’anno scorso ricevo un messaggio privato sulla mia pagina facebook di SeduciUnaRagazza da un uomo sulla trentina, chiede informazioni sul corso di seduzione. In sintesi vuole sapere se il corso è di gruppo o individuale.
Appena visto il suo messaggio come mia consuetudine gli rispondo dicendogli che i nostri corsi sono solo individuali e mai di gruppo.
Il giorno dopo ricevo un altro suo messaggio dove mi chiede altre informazioni sempre inerenti al corso.

Gli rispondo e la “cosa” finisce li.

Dopo circa un mesetto mi ricontatta dicendomi che pronto per affrontare un giorno di corso, sa bene che un singolo giorno non è sufficiente, tuttavia non vuole esporsi, non mi conosce e quindi è normale che vuole partire con i “piedi di piombo”.

Ci incontriamo in sede e noto che è un uomo sveglio e subito entriamo in sintonia ed iniziamo a lavorare.

A fine giornata prima di salutarci intravedo sul suo volto un senso di grande soddisfazione:

“Francesco ti ringrazio, finalmente penso di aver trovato quello che cercavo da tempo, un professionista che saprà aiutarmi realmente a migliorare i miei rapporti con le donne. Tutti gli anni che ho speso sui forum e sui vari siti di “seduzione” sono solo un lontano ricordo”

Qualche settimana dopo mi ricontatta felice e sereno per portarmi a conoscenza della sua scelta: vuole fare il corso di seduzione completo.

Allora non perdo tempo e mi metto subito all’opera creandogli un piano “ad hoc” su di lui ed esattamente dopo due settimane iniziamo a lavorare.

Siamo partiti da zero, anzi forse da – 10

Ricordo le prime serate di pratica quando non riusciva a conversare con una donna sconosciuta per più di due minuti, era timido, impacciato e puntualmente non riusciva a superare il fatidico muro dei “2 minuti di conversazione”

Tuttavia in lui vedevo la luce, quella capacità di ascoltare le mie parole e metterle subito in pratica come pochi sanno fare senza “se” e senza “ma”

Ed ecco che arriviamo a questo venerdì:

Siamo in pratica piena, mi concentro nel spiegargli come si riconoscono le donne recettive da quelle “diciamo” meno recettive e soprattutto quali sono gli elementi che deve osservare.

Ecco che punta due donne al bancone, entrambe molto carine tuttavia la sua propensione è su una delle due e come biasimarlo: tacco, gonna, pizzo; insomma un ottimo esemplare.

Ormai non serve più che gli faccia da apripista o che gli preparo i set, è pronto. E’ così pronto che la mia presenza diventa quasi superflua…

Allora mi defilo per lasciarlo “lavorare”

E’ una gioia osservarlo, si vede che è padrone della situazione e soprattutto che riesce ad emozionarle. Infatti lo seguono e di brutto…

I minuti passano e va alla grande.

Io sono defilato per osservarlo ed ecco che ad un certo punto mi ritrovo tre ragazze vicine di cui una davvero molto bella.

Cosa faccio mi dico… sarebbe uno spreco… e sapendo che un seduttore fa della beneficenza dando amore alle donna… non posso tirarmi indietro 🙂

Ora non ricordo esattamente ma una delle tre parlando con le altre due dice una cosa che mi fa sorridere, lei se ne accorge:

– Ci stai ascoltando?

Io: Già mai… è una semplice conseguenza creata dal mio udito e della nostra vicinanza

– Tutte ridono in coro

Ecco la bella:

Bella: E tu che ci fai qui?

Io: Sto lavorando…

Bella: Sei fatto? Lavori alle 11 di sera in un locale?

(notando il suo piercing al naso, stile bovino americano )

Io: Fammi capire, è il metallo che ti da alla testa oppure sei diffidente di natura?

Bella: ahahah ma no è che è strano… No non trovi?

(affondata)

Inciso:

La frase della bella “Sei fatto? Lavori alle 11 di sera in un locale?” per molti potrebbe essere una obiezione quando in realtà è una semplice illazione. Le illazioni nella Vera Seduzione sono solo dei giudizi dati a “cazzo”. E ricordate più è bella è la “tipa” e più illazioni tira fuori, non lo fa con cattiveria è semplicemente qualcosa che hanno di default. Ma non voglio dilungarmi troppo con questi argomenti “tecnici” perché vengono trattati ampiamente all’interno dei miei corsi.

Fine inciso.

Intanto le altre due stanno “litigando” su chi deve andare in bagno per prima… Nel stesso momento la bella prende “coraggio” e si presenta:

Bella: Piacere io sono Eleonora

Io: Il piacere è mio, io sono Francesco

Io: Sbaglio o hai le mani sudate?

Eleonora: E’ perché sono emozionata…

Io: O forse perché semplicemente hai le mani che ti sudano ahaha

Eleonora: Quanto sei scemo…

Nel frattempo le altre due ci abbandonano

Eleonora: Fumi?

Io: Potrebbe darsi

Eleonora: Allora viene fuori che fumiamo

Io: E’ un obbligo?

Eleonora: E’ un invito…

Io: D’accordo allora

Ora il gioco è chiuso, è finito, è blindato se non fosse che arriva il mio corsista… Incurante di tutto si mette a sargiare la bella… senza curarsi del mio gioco… tanto è vero che la bella mi toglie tutte le attenzioni e le da a lui…

Cioè…

Mi sono sentito io il corsista… o_O Andava avanti come un treno e questa lo seguiva come se non ci fosse un domani…

Non ho potuto far altro che defilarmi e fargliela sargiare per bene… in fondo la star della serata era lui…

Ancora oggi sono incredulo di quello che ha fatto e soprattutto con quale naturalezza…

Jonathan ha capito una cosa che tanti ancora oggi stentano a comprendere:

Il successo è semplicemente un lavoro mirato e constante…

A pensare che solo qualche settimana fa faceva fatica a parlare con donne sconosciute per più di 2 minuti e adesso… mi ruba le fighe… cioè allucinante…

Che dire… sei un grande, ci vediamo il 6 aprile per un’altra serata all’insegna della pratica sul campo.

Sarge on!

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi