SeduciUnaRagazza | L’errore principale? Trattare la donna come se fosse un uomo.
63518
post-template-default,single,single-post,postid-63518,single-format-standard,op-plugin,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-3.10,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Blog

L’errore principale? Trattare la donna come se fosse un uomo.

  |   LEGGI I MIEI ARTICOLI SULLA SEDUZIONE   |   No comment

Ma cosa dice questo Francesco?

Tratto la donna come se fosse un uomo? Quando mai.

Lascia che ti dica che quasi il 90% degli uomini commettono questo errore e quindi si comportano, ragionano, rispondono e agiscono come se di fronte avessero un uomo anziché una donna.

Per evitare di trattare la donna come un uomo devi venire a conoscenza di una differenza fondamentale:

La donna è piena di sfumature, per lei non c’è nulla di statico anzi vede tutto con dinamicità a differenza di un uomo che è spesso vincolato da una visione “bianco o nero”.

Questo cosa vuol dire?

Che siete su due onde comunicative differenti.

Insomma per lei due più due non fa sempre quattro.

Questo passaggio è fondamentale, capire questa diversità di “ragionamento” è il primo passo per allinearsi sulla stessa lunghezza d’onda della donna.

Ricorda la donna non è mai assolutista e di conseguenza odia ogni forma di assolutismo. Questo vuol dire che non devi mai dire ad una donna (per esempio):

– Mai una relazione seria

– Mai figli

Perché annichilisci e distruggi la sua visione fatta di sfumature. La comunicazione giusta è questa:

– Per ora non valuto una relazione seria ma in futuro perché no

– Figli? Io ne voglio 22 sei pronta?

Come puoi notare tu stesso è comunicazione molto diversa dalla “prima” per il semplice fatto che lasci una via d’uscita e quindi non sei assolutista. Non dimenticare mai che mettere la donna all’angolo e cioè senza darle una via d’uscita è SEMPRE negativo.

Quando una donna è in preda ad una situazione emotiva o quando vive dell’emozioni (cosa che le succede spesso) non comunica “grammaticalmente” ma comunica “emotivamente”.

Ora il problema sorge proprio qui perché l’uomo medio non si accorge di questa diversità, e cioè dove la donna è solita comunicare con emotività l’uomo risponde con logicità e di conseguenza non si capiscono.

Esempio:

Questo piccolo esempio non solo ti fa capire la diversità tra i due sessi ma anche come devi allinearti alla donna.

Frequenti una donna e ad un certo punto ti chiede:

Lei: Mi piacerebbe avere una relazione stabile

Tu: No mai

SBAGLIATO!!!

Come puoi notare non le lasci via d’uscita, hai risposto con la solita visione maschile “bianco o nero” e questo porta la donna a “difendersi” o peggio a cercarsi altri lidi.

Diversa è invece la comunicazione se avessi considerato la sua “sfumatura” il suo modo di vedere tutto grigio e mai bianco o nero.

Tu: Cos’è un modo carino e gentile per dirmi che sono bel ragazzo, sicuro e con la testa sulle spalle? Guarda che bastava dirlo.

Vedi? E’ tutto un altro mondo.

Non solo non hai usato nessun assolutismo e questo è positivo ma hai anche lasciato alla donna una via d’uscita e cioè una speranza futura di avere con te una relazione senza averglielo detto esplicitamente.

Ricordati che le risposte che non sono “ne si e ne no” sono le più efficaci e le più performanti da usare quando interagisci con una donna.

Quindi se sei all’inizio del tuo percorso seduttivo ed ancora non riesci a leggere l’emotività della donna ma vuoi comunque iniziare ad avere delle conversazione performanti rispondi sempre utilizzando il principio del “ne si e ne no”

Intendiamoci:

Questo non vuol dire dare delle risposte vaghe ma lasciare alla donna una via d’uscita e cioè darle la possibilità di vedere sfumature.

Lei: Ti piace il posto x?

Tu: No mi fa schifo → SBAGLIATO!!!

Tu: Beh non lo preferisco ma c’è sempre una prima volta → GIUSTO!!!

Lei: Esci?

Tu: Sto cazzo c’è la partita. → SBAGLIATO!!!

Tu: Certamente! Il tempo di vedere 22 che si lanciano una palle e ti chiamo → GIUSTA!!!

e via così.

SARGE ON!

Francesco_R

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi